-4% in un anno? Mah

Gennaio è trascorso quasi interamente al rialzo, anche se non memorabile, che ha portato il prezzo dell’oro da 1.650 $ a poco sotto i 1.700 $. Un mese di rialzo, ma in sostanza di lateralità, senza grossi spunti al rialzo o al ribasso, senza scossoni e grandi episodi. E le previsioni si sprecano.

Proprio oggi Morgan Stanley ha abbassato le stime del prezzo dell’oro per il 2013, di circa un 4% rispetto alle precedenti previsioni della Banca americana. Francamente ci chiediamo cosa spinga le Banche a fare tali previsioni e scomodarsi a correggere le proprie previsioni di pochi punti percentuali. Saranno proiezioni, calcoli statistici, ma in realtà ciò che guida e muove il prezzo dell’oro è ben altro, e loro stessi ne sono consapevoli.

L’economia è ben lungi da trovarsi in acque calme, la finanza non ne parliamo (MPS oggi, no comment), la speculazione è apparentemente calma, ma forse è solo assopita e guardinga, in attesa della prossima preda.

In questo contesto, come prevedere un + o un – 4% in un anno? Mah. Intanto il prezzo dell’oro viaggia  a 1.685 $ l’oncia.

You may also like...