L’oro si arrende? Penso di no

1,600$? E’ già un ricordo. L’oro continua il proprio avvitamento verso il basso dopo aver raggiunto e rotto al ribasso in pochissime sedute la soglia psicologica dei 1.600$; una cosa è certa, in questi giorni abbiamo avuto la conferma, se ce ne fosse stato bisogno, che l’oro oggi segue dinamiche analoghe ai titoli azionari e forme d’investimento simili.

Non propriamente bene rifugio, anche perchè invece che imboccare violentemente la strada del ribasso, in questi giorni il prezzo dell’oro avrebbe dovuto volare al di sopra dei massimi dell’estate 2011, alla luce dei recenti sviluppi politici e della continua precaria situazione dell’economia europea, americana e mondiale.

Il valore dell’oro si avvia a chiudere l’ennesima giornata di ribasso, e dopo aver raggiunto ieri che non si vedevano dal 2011, ha proseguito verso una base da cui ripartire. Ora l’oro vale circa 1543 dollari l’oncia.

L’oro come sappiamo è legato solitamente al dollaro, e in questi giorni in cui la Grecia sembra stia per saltare e in cui l’euro arranca, ha perso ogni forza ed è uscito da un trading range che lo cullava da mesi.

Alcuni operatori istituzionali hanno rivisto al ribasso la previsione del prezzo dell’oro per il 2012, altri invece hanno mantenuto la propria visione sul futuro del metallo giallo. Credo che sia una fase, ma la corsa dell’oro non è finita, non so dove arriverà e neppure quando, ma penso che i massimi della scorsa estate non saranno quelli definitivi.

You may also like...